Un territorio che ama lo sport: è Stefano Lucato l’atleta dell’anno 2019

Pubblicata il 05/11/2019

Per la seconda volta nella sua storia decennale il titolo di “Atleta dell’Anno” va a premiare un’atleta con disabilità, a testimonianza del valore che gli organizzatori attribuiscono al tema dell’inclusione attraverso lo sport.
 
Ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento il marciatore dell’ASPEA Stefano Lucato.
33 anni, di Levada di Piombino Dese, Stefano ha iniziato a praticare sport alle superiori, quasi per caso. Dopo anni di passione, impegno e fatica tra le fila dell’ASPEA, nel 2013 viene finalmente convocato in nazionale per disputare gli europei di Roma nelle categorie 800 e 1500 metri marcia che lo vedono trionfare in entrambe le distanze. Da allora la sua ascesa è inarrestabile. Ad ogni competizione internazionale a cui partecipa fioccano le vittorie: Roma, Oporto, Sud Africa, Firenze, Madeira sono le tappe di un’escalation incredibile che a luglio di quest’anno, a Tampere in Finlandia vive l’ennesimo trionfo.
3 campionati europei, 2 campionati mondiali, una olimpiade per atleti con sindrome di down, 12 medaglie d’oro e due record del mondo nel suo palmares in maglia azzurra.
Stefano, che è allenato da Lucia Bano è, a tutti gli effetti il più forte marciatore al mondo della sua categoria negli 800 e 1500 metri. 
 
Proprio per questo motivo la giuria del Premio “Atleta Camposampierese dell’anno”, composta dagli assessori e consiglieri allo sport degli 11 comuni del territorio, valutati attentamente i risultati ottenuti dagli atleti e dalle società sportive nell’ultima stagione, con particolare riferimento alle competizioni nazionali ed internazionali ed alle qualità tecniche, atletiche e morali dei candidati, ha deciso, all’unanimità, di proclamarlo Atleta dell’Anno 2019
La Giuria sottolinea che la scelta va a premiare un atleta che si è confermato ai vertici europei dopo aver toccato quelli mondiali.
 
In un periodo storico in cui i colori azzurri si distinguono conquistando allori nelle competizioni internazionali per atleti diversamente abili, il camposampierese si è fatto grande onore grazie ai prestigiosi successi ottenuti da Stefano Lucato che continua a regalare prestigiosi successi alla Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettivi Relazionali.
 
La proclamazione è stata il momento culminante di Ama la Vita – Vivi lo Sport 9a Edizione del Galà dello Sport del Camposampierese, ospitato quest’anno all’auditorium R. Marcon di Loreggia
Alla presenza degli assessori e consiglieri allo sport degli 11 comuni, di alcuni sindaci e di un numeroso pubblico, il movimento sportivo camposampierese, ricco di più di 200 associazioni, ha
 
 
 
 
vissuto il suo momento di visibilità, con la premiazione di 25 tra atleti, dirigenti, tecnici.  Ma il Galà è stata anche l’occasione in cui le amministrazioni comunali hanno ringraziato la realtà associazionistica che giorno dopo giorno, consente a persone di ogni età e soprattutto ai giovani di praticare le più svariate discipline sportive.    
 
Particolarmente significativi nel corso della serata, il riconoscimento ad una rappresentanza delle squadre che hanno partecipato alla decima edizione del torneo di calcio giovanile Per non dimenticare, in memoria delle vittime della strada, la consegna all’associazione ASPEA del ricavato della manifestazione Percorsi da Vivere 2019e la consegna, alla presenza del delegato CONI Padova Dario Vettorato, del Premio Fair Play all’atleta della SANP Massimo Bano, resosi protagonista di un gesto di grande lealtà ai campionati italiani under 18 di Agropoli. 
 
Ospite d’onore della serata Mauro Numa, campione olimpico e pluricampione mondiale di Scherma, che ha sottolineato l’importanza dell’impegno e della disciplina nello sport e il ruolo chiave che ha un tecnico nello sviluppo psicofisico dei propri allievi.
 
«Un Galà, hanno sottolineato gli assessori e consiglieri allo sport, che il territorio merita per gli sforzi che le società sportive fanno, giorno dopo giorno, durante tutto l’anno, in questo importante settore».
 
La serata, presentata da Wendy Muraro, è stata organizzata dal Tavolo dello Sport del Camposampierese, in collaborazione con Atletica Libertas Sanp, Federazione dei Comuni del Camposampierese, Comune di Loreggia, con l’adesione del CONI.
 
 
 
 
 
 
Camposampiero, 29.10.2019
 
Il coordinatore tecnico
 
Federazione dei Comuni del Camposampierese
Coordinamento tecnico assessorati alla cultura ed allo sport


Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto