Le biblioteche della rete BiblioAPE a sostegno della Fondazione Querini Stampalia

Pubblicata il 26/11/2019

Dopo la notte dello scorso 12 novembre 2019, a seguito della marea eccezionale che ha coinvolto la città di Venezia, la Fondazione Querini Stampalia ha rilevato danni ingenti all’intero piano terra del palazzo: 35 metri lineari di documenti di fine ‘800 dovranno essere sottoposti urgentemente a trattamenti di conservazione, oltre ad altri 600 metri lineari di pubblicazioni della biblioteca moderna e periodici che sono stati completamente sommersi dall’acqua. La situazione è molto grave e il rischio di non riuscire a ripristinare i servizi è concreto.
Nei giorni scorsi il personale della Biblioteca, coadiuvato da moltissimi volontari, è riuscito a mettere in sicurezza i volumi. Una ditta specializzata è già venuta a raccoglierli per congelarli: in questo modo nei prossimi mesi potranno essere accuratamente restaurati. Pur essendo impossibile al momento quantificare economicamente i danni subiti, la Fondazione stima che saranno necessarie parecchie decine di migliaia di euro per riuscire a ripristinare la situazione.
 
La rete bibliotecaria Alta Padovana Est (BiblioAPE), facendo proprio l’appello dell’AIB – Associazione italiana biblioteche, vuole essere solidale con i colleghi della Fondazione Querini Stampalia, e per questo propone ai propri utenti, in tutte le 15 biblioteche aderenti, una raccolta fondi. Il ricavato andrà interamente devoluto alla Fondazione stessa per sostenere gli importanti lavori di recupero del materiale librario danneggiato.
Anche un piccolo gesto può fare la differenza!
 
Per chi volesse, inoltre, è possibile fare anche un bonifico, in modo autonomo, sul conto corrente intestato alla Fondazione Querini Stampalia presso la Banca Nazionale del lavoro, sede di Venezia, IBAN: IT 76 O 010 0502 0000 0000 0032 500 - causale: acqua alta_12 novembre 2019.
Il personale delle biblioteche ringrazia fin d’ora quanti vorranno aderire a questo gesto solidale a favore di questa istituzione e del suo prezioso patrimonio librario, tesoro non solo per la città di Venezia ma per tutto il mondo.
 
 
Ha dichiarato l’AIB che: “Non possiamo non sottolineare che, se a Venezia si è evitato il disastro e la maggior parte del patrimonio bibliografico e documentario è al sicuro, è per merito di strutture bibliotecarie e archivistiche organizzate professionalmente, che hanno saputo adottare misure efficaci di tutela preventiva fin dove possibile e attivarsi immediatamente al fine di limitare i danni inevitabili”, e non possiamo non esortare tutti i soggetti, pubblici e privati, titolari o gestori a qualsiasi titolo di beni librari e archivistici in tutta Italia, a provvedere responsabilmente alla cura di questo patrimonio e alla sua durata nel tempo.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Locandina Raccolta Fondi Querini.pdf 455.31 KB

Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto